Blog

5 Tradizioni Britanniche da conoscere

Per saperne di più su un paese, che tu sia un viaggiatore incallito o no, penso che sia molto importante andare oltre le icone ben note, ad esempio, per integrarsi nella loro cultura, nel seguente articolo, potrai sapere qualcosa in più sul paese che ti accingi a visitare.

Le principali tradizioni Britanniche

1. April Fool’s Day
Ogni primo del mese di aprile, nella maggior parte del Regno Unito, si vive un’atmosfera di scherzi, battute, sia da parte dei cittadini comuni sia da parte di società importanti, che si dilettano nel dare notizie fuori dall’ordinario, come ad esempio quella data dal miliardario influencer Sir Richard Branson, CEO di Virgin Group.

Vi ricorderete sicuramente dello scherzo dato per vero del 2013, in cui si annunciava che il nuovo aereo Virgin Atlantic Airlines, “avrebbe avuto pavimenti in vetro trasparente” per permettere ai passeggeri di poter guardare giù, la notizia fu presa per vera tanto che anche la potente catena televisiva CCTV, inizio a divulgare la notizia in TV.

2. Saint Swithin’s Day
E’ ben noto che quasi sempre devi portare il tuo ombrello nella borsa, dato che in tutta la Gran Bretagna piove molto spesso.

Anche in estate, che è quando ogni 15 luglio, si celebra la festa di San Swithin, che secondo la tradizione, si dice che se piove in questo giorno, lo farà per i prossimi 40.

Saint Swithin probabilmente è nato da qualche parte nella contea inglese dell’Hampshire.

Racconta la storia del nono secolo, che quando questo santo era sul letto di morte, implorò diverse persone che erano li, di essere sepolto fuori dalla Cattedrale di Winchester, affinché in caso di mal tempo, la sua tomba sarebbe stata bagnata dalla pioggia.

3. Bonfire Night
Su base regolare, in questo regno i giochi artificiali sono praticamente proibiti.

Sono consentiti solo in occasioni molto speciali, come la Bonfire Night o Guy Fawkes Night, che si tiene ogni 5 novembre dal 1605, che è quando si commemora il fallito tentativo di attentare alla vita del Re ing James I e membri del Parlamento del Regno Unito, da parte di Guy Fawkes e dei suoi alleati.

Tuttavia, questa commemorazione inizialmente non era sempre fatta con fuochi d’artificio, ma si iniziò ad usarli molti anni dopo.

Inizialmente i bambini britannici, usavano fare una rappresentazione di carta della figura di Guy Fawkes, e giravano per le case chiedendo soldi, così come si fa con le caramelle nel giorno di Halloween, terminato il giro, la figura in carta di Guy Fawkes, veniva bruciata in un falò.

4. Remembrance Day
Il Poppy Day (o Armistice Day) è un giorno di commemorazione osservato nei paesi dell’Impero britannico ora Commonwealth e in diversi stati europei (comprese Francia e Belgio) per commemorare la fine della prima guerra mondiale e altre guerre. Viene osservato l’11 novembre, giorno in cui nel 1918 ebbe termine il primo conflitto mondiale. Il Remembrance Day è dedicato specificamente agli appartenenti alle forze armate che vennero uccisi durante la guerra e venne istituito da Giorgio V del Regno Unito, il 7 novembre 1919, su suggerimento di Edward George Honey.

5. Remembrance Sunday
Ogni seconda domenica di novembre, si celebra il Remembrance Sunday, che è legato al Remembrance Day, poiché se l’11 novembre cade in un giorno lavorativo, la commemorazione si svolge la domenica successiva per permettere alle persone di potervi partecipare.

In molte città, la British Royal Legion (British Royal Legion), di solito mantiene questa tradizione sfilando per le starde.

Anche a Londra, c’è una mega parata con in testa le personalità più importanti del Regno, Sua Maestà la Regina Elisabetta II e la sua famiglia reale.

Questa tradizione è così importante che tutti gli appartenenti alla società mondana, si uniscono agli appartenenti alla classe politica, lasciando da parte le loro differenze di vita quotidiana, marciando insieme per questo momento speciale, che viene trasmesso in tutto il mondo.

Alla fine di questo giorno, un concerto si tiene alla Royal Albert Hall, e quindi si conclude con una delle più note tradizioni britanniche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *