Blog

Lavorare nel Regno Unito dopo Brexit

Continuare a emigrare nel Regno Unito sarà possibile, ma ci saranno cambiamenti, soprattutto per trovare alloggio e lavoro.

Sarà possibile lavorare nel Regno Unito dopo Brexit?

– Sarà possibile cercare lavoro o studiare inglese nel Regno Unito dopo Brexit?
– La ricerca di alloggio in anticipo è la chiave.
– Arricchisci il tuo CV con le pratiche internazionali.

Per migliaia di italiani, le isole britanniche sono state per anni “terre promesse” per sfuggire alla situazione economica del paese, cercare lavoro o studiare inglese. Ma continuerà a esserlo una volta che il Regno Unito avrà completato il processo Brexit con l’Unione europea?

Prima di tutto, è necessario sottolineare che continuare a emigrare nel Regno Unito rimarrà sicuramente possibile, ma certamente non sarà così facile come prima. Se ora è possibile andare direttamente a Londra e cercare una sistemazione e lavorare una volta lì, tra pochi anni è molto probabile che tutto dovrà essere preparato prima di partire.

In secondo luogo, la cosa migliore che puoi fare se vuoi iniziare una carriera professionale nel Regno Unito è giocare in anticipo, cioè gettare le basi per una buona padronanza della lingua inglese e fare uno stage internazionale o un lavoro temporaneo all’estero per dare più valore al tuo CV.

Non c’è dubbio che la Brexit porterà cambiamenti importanti per i cittadini europei, ma a differenza di ciò che molte persone pensano le opportunità di impiego non diminuiranno, semplicemente il mercato del lavoro diventerà più competitivo. Londra, come il resto del Regno Unito, non può fare a meno di lavoratori stranieri, qualunque sia il loro settore professionale.

Come The Guardian ha riportato alcuni settori, come l’ospitalità, non potrebbero sopravvivere se le loro aziende non potranno continuare ad assumere cittadini di paesi europei o appartenenti all’UE. La British Hospitality Association ha affermato che ci vorranno più di 10 anni per sostituire i lavoratori europei con persone di nazionalità britannica. In questi casi, catene come Pret a Manger, in cui il 65% dei dipendenti proviene da diversi paesi europei, non potrebbero sopravvivere.

In breve, per i cittadini europei, è ancora possibile perseguire il sogno di sviluppare una carriera internazionale in Inghilterra, l’importante è distinguersi dalla concorrenza.

Per avere le idee più chiare, ti consigliamo di contattare Destino Londra, uno dei nostri consulenti potrà rispondere a tutte le tue domandeoffriamo anche corsi di Lingua inglese a vari livelli, e potemo sicuramente spianarti la strada in caso tu volessi seguire il tuo sogno e tentare fortuna nel Regno Unito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *