Blog

Ricerca appartamento in affitto a Londra

La ricerca della casa potrebbe essere uno dei punti che richiede più tempo prima di calpestare il suolo britannico. Quindi raccomandiamo pazienza, molta ricerca su Internet e di controllare molto bene tutte le informazioni che vengono inserite in ogni annuncio.

Dove cercare un appartamento in affitto a Londra

Ci sono molte pagine di ricerca di case in tutta l’Inghilterra, generiche, come Gumtree o Spareroom, il punto è iniziare a cercare una casa, e prima è meglio è, poiché, ci vorrà del tempo, per questo motivo, la nostra agenzia Destino Londra può aiutarti. Ci sono anche persone che affittano una stanza o due dalla propria casa, anche dei land lord che hanno tre o quattro case in giro per la città.

L’Inghilterra è un paese molto incline ad affittare, soprattutto i giovani. Ci sono anche residenze studentesche dove gli studenti. Se vuoi scegliere questa soluzione, fai attenzione, sono sistemazioni buone per fare il primo passo, se non hai niente di meglio dove andare, questo tipo di residenze sono abitate abitualmente da persone molto spensierate, che trascorrono alcune settimane lì e non tornano più. Qunidi non puoi mai sapere quali tipologie di persone incontrerai.

Cose da sapere

Devi sapere che normalmente le case in Inghilterra, anche se arredate, non sono affittate con quello che potremmo dire essenziale, stoviglie, posate etc. Ma non preoccuparti, questi prodotti possono essere acquistati ad un prezzo ragionevole, specialmente da Primark, Tesco o Asda.

Prima di iniziare a cercare una casa, devi sapere quali sono le aree della città. L’area universitaria, il centro, quali sono i migliori quartieri, i peggiori … E’ molto importante conoscere queste informazioni perché saranno molto utili quando si dovrà affittare un appartamento, i costi degli affitti dipendono dalle zone e variano molto. Ad esempio, nella zona universitaria gli affitti di solito durano fino a giugno (non importa in quale periodo si arrivi, a giugno i contratti finiscono). Al centro gli affitti sono più alti, ma comunque il deposito è più breve.

Alcune precauzioni

Quando cerchi una casa, controlla tutte le informazioni necessarie e non fidarti delle occasioni, dal momento che saranno quasi sempre truffe. Inzia a capire se chi affitta la casa è una persona o un’agenzia. Se ti affidi a un’agenzia è più difficile essere ingannati, ma può succedere, quindi fai attenzione.

Una volta trovato un appartamento o una stanza che ti piace, manda una mail dicendo che sei interessato, fissa un appuntamento per vederlo, non dire ch enon sei ancora a Londra perché probabilmente non ti prenderanno in considerazione se dici che sei in Italie e che vuoi andare in Inghilterra per lavorare, studiare o vivere lì. Lo stesso con le agenzie, che penseranno che sia una truffa e non si preoccupano di rispondere.

Sembra ovvio, ma non è bene che tu sappia che nessuna agenzia ti chiederà soldi per mostrarti una casa. Inoltre, dopo aver scambiato un paio di e-mail con il proprietario, puoi indicare la data specifica in cui andrai a visitare l’appartamento.

Come confermare l’affitto

Nella maggior parte dei casi ti verrà chiesto un deposito, che può variare da due settimane fino a quattro mesi. È sempre preferibile avere una lettera di referenze, quindi se vai in un residence all’inizio e poi cerchi una casa, fattela preparare, avere una lettera di referenze abbasserà la cauzione del secondo. È anche comune richiedere una permanenza minima in casa, da uno a due mesi, fino a un anno. Guarda molto bene, e se riesci a negoziare con il padrone di casa un tempo minore, allora meglio, conoscendo la città potresti trovare case migliori o incontrare persone con cui vuoi vivere. Per questo, meno ti leghi meglio è.

Extra

Oltre all’alloggio ci sono alcuni extra che dovrai pagare. O no, dipende se sei fortunato. Le case vengono affittate principalmente in tre modalità. Nessuna fattura; il che significa che a parte dovrai pagare le bollette per l’elettricità, l’acqua, il gas, il telefono e Internet (se sono installati) e l’imposta comunale (che di solito è molto costosa). Con fatture; che di solito include elettricità, acqua e gas ma non il telefono, Internet e la tassa comunale. E se sei molto fortunato, avrai tutte le bollette incluse. A volte vale la pena pagare un po’ di più per avere l’all-inclusive.

La council tax in Inghilterra viene pagata dagli inquilini, e se condividi un appartamento, devi recarti al council o all’ufficio corrispondente per presentare le informazioni sul contratto e pagare solo per la parte a te spettante in base all’area in cui ti trovi, al numero di stanze che la casa ha e al numero di persone con cui condividi la casa. Inoltre, gli studenti sono esentati dal pagamento.

Infine, la televisione pubblica inglese è finanziata direttamente dai suoi utenti, cioè se hai una televisione in Inghilterra, devi pagare annualmente per il suo utilizzo. Sembra sciocco ma non lo è. Ci sono dei registri dove vi sono segnati gli utenti che dichiarano di avere un televisore, quelli in dubbio e quelli che dichiarano di non averlo, non c’è scampo, perché il governo ha dei mezzi tecnologici per sapere chi ha il televisore in casa e se viene utilizzato, a parte le numerose ispezioni dirette nelle case che non pagano per sapere se i residenti realmente hanno un televisore o no.

Il nostro consiglio è che se hai la televisione o la vedi dal computer è meglio che paghi, poiché la multa è molto alta. Inoltre, se si acquista qualsiasi dispositivo che si collega al televisore, come un DVD, una console o anche una TV digitale per il computer, è necessario fornire il proprio indirizzo per vedere se si è sulla lista di coloro che pagano. Allo stesso modo, se si paga e ci si trasferisce in un’altra casa, è possibile trasferire la licenza annuale alla nuova casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *